10.8.2020, 9:27

243 giovani iniziano il loro tirocinio da AMAG in via digitale

243 giovani hanno optato per un tirocinio presso AMAG quest’anno. La loro avventura a tutto gas è iniziata a inizio agosto. L’onboarding di quest’anno è stato un po’ diverso dal solito a causa del coronavirus.

Quale importante datore di lavoro svizzero, AMAG prende sul serio anche la sua responsabilità nei confronti della gioventù. Con oltre 700 apprendisti (circa l’11% di tutti i collaboratori), AMAG è uno dei maggiori centri di formazione in Svizzera. Attualmente, l’azienda sta formando apprendisti in dieci diverse professioni, dal carrozziere/-a lattoniere/ a all’impiegato/-a di commercio, passando per il/la meccatronico/-a d’automobili.

All’inizio del loro tirocinio i giovani frequentano solitamente il Welcome Camp di AMAG della durata di un giorno, durante il quale conoscono gli altri apprendisti e scoprono tutto ciò che c’è da sapere per un inizio coi fiocchi presso AMAG. Quest’anno, tuttavia, il coronavirus ha sottoposto a nuove sfide anche la formazione professionale di AMAG. Si è infatti deciso di svolgere l’evento introduttivo 2020 in digitale.

Venerdì scorso, 7 agosto 2020, il CEO Morten Hannesbo ha dato il benvenuto via video agli apprendisti. E questo da un studio appositamente configurato presso la sede centrale di AMAG a Cham, con innumerevoli telecamere, una regia e interpreti che traducevano simultaneamente per i giovani della Svizzera romanda e del Ticino.

I 243 apprendisti non hanno potuto conoscersi personalmente e ascoltare di persona i vari relatori, ma si è potuta osservare una bella atmosfera durante l’evento anche attraverso lo scambio interattivo (digitale). A confermarlo, Morten Hannesbo, CEO del gruppo AMAG:

«I giovani sono naturalmente già pratici di dispositivi digitali. Per loro non è un problema partecipare attivamente a un evento online. L’ho notato oggi durante la diretta streaming: gli apprendisti mandavano domande via smartphone a cui rispondevamo subito durante la diretta. Sono rimasto davvero colpito dalla velocità con cui la formazione professionale si sia adeguata alla nuova situazione dopo il coronavirus e di come gli apprendisti si siano abituati alla ‹nuova normalità› sul lavoro già nella loro prima settimana. Sono davvero contento che, nonostante il coronavirus, anche questa volta più di 200 apprendisti stiano muovendo i loro primi passi nel mondo del lavoro presso AMAG.»

Anche il prossimo anno AMAG formerà nuovamente oltre 200 apprendisti. Più info sulla formazione presso AMAG sono disponibili su future.amag.ch

 

Foto: Dietro le quinte: la produzione della sessione live di MS Teams presso la sede centrale di AMAG a Cham

Share this: