17.1.2019, 16:18

Le difficoltà del contesto non minano la solidità dei risultati

Il gruppo AMAG chiude un anno complesso con un fatturato consolidato di 4,6 miliardi di franchi. I marchi Volkswagen, Audi, SEAT, ŠKODA e i veicoli commerciali VW sono riusciti a raggiungere una quota di mercato complessiva del 27,3% (MOFIS), nonostante i lunghi tempi di consegna. Il nuovo Innovation & Venture LAB presenta i primi risultati.

Il 2018 è stato un anno positivo per il gruppo AMAG. Unità aziendali, collaboratori e partner dei singoli marchi hanno tutti operato con un unico obiettivo. Morten Hannesbo, CEO di AMAG Group SA, dice: «Anche nel 2018 non sono mancate per AMAG le difficoltà, connesse per esempio con le incertezze nelle consegne verificatesi con il passaggio alla nuova serie di test WLTP e in relazione alla tematica diesel EA189. Lo scorso anno AMAG è stato il primo al mondo a poter annunciare la conclusione degli interventi di rettifica su tutti i motori a gasolio della famiglia EA189.»

Ancora una volta, è stato conseguito un risultato molto concreto. Il Gruppo AMAG ha realizzato un fatturato consolidato di 4,6 miliardi di franchi.

Il Gruppo impiega attualmente 6508 unità (pari a 5823 posizioni a tempo pieno), ovvero 123 collaboratori in più dell’anno precedente.

Mutamenti nel comparto del commercio al dettaglio

Dal 1° gennaio appartengono ad AMAG Automobili e motori SA anche cinque nuovi garage ASAG nella Svizzera nordoccidentale. Al contempo, AMAG continua a investire sistematicamente nelle sedi esistenti: sono partiti a Petit-Lancy, Ginevra, i lavori di allestimento di un nuovo centro VW, mentre a Thun è iniziata la ristrutturazione del complesso esistente. Un nuovo Centro Veicoli Commerciali VW è stato inaugurato lo scorso anno a Schlieren e una nuova sede dell’AMAG Buchrain verrà aperta a fine marzo. Più o meno in contemporanea aprirà i battenti anche l’AMAG di Beromünster, nei pressi dell’Autocenter di Lustenberger.

In primavera, AMAG First SA ha anche inaugurato il primo Classic Center per i veicoli storici Porsche, progetto con cui intende rispondere al valore crescente che i veicoli d’epoca vanno acquisendo sul mercato.

Il 1° luglio 2018, Auto 1 SA, proprietaria di concessionarie Hyundai, Maserati e Bentley, si è fusa con AMAG Automobili e Motori SA. In contemporanea si è deciso di rinunciare, dalla primavera del 2019, alle rappresentanze Hyundai e Maserati e di continuare invece a rafforzare il marchio Bentley.

Digitalizzazione e nuove forme di mobilità

Il settore è in mutamento. Nuove tecnologie, nuove esigenze di mobilità e la digitalizzazione determineranno nel medio periodo mutamenti profondi nel settore classico dell’auto. Prosegue col vento in poppa l’espansione dell’economia di condivisione, preferita soprattutto dai giovani. Un’occasione che AMAG, quale azienda operante nel commercio delle automobili, intende sfruttare svolgendo un ruolo attivo. Per questo si è dotata, da metà 2018, dell’Innovation & Venture LAB, nell’ottica di unire progetti di evoluzione digitale da un lato e partecipazioni e impegni di AMAG dall’altro per dare vita a nuove forme di mobilità. I primi prodotti del LAB sono già sul mercato:

  • l’offerta sharoo si è arricchita di nuovi prodotti e si è aperta anche a un pubblico di clienti commerciali.
  • Avvio in grande spolvero anche per la joint venture con Swisscom «autoSense», l’assistente intelligente del veicolo con le funzionalità di una app mobile.
  • Insieme ad AutoPostale e alle FFS è stato poi lanciato nella regione di Brugg il progetto «Kollibri» per la mobilità.

Morten Hannesbo: «A Zurigo, il LAB sperimenta nuove tematiche – in autonomia e senza interferenze da parte della regolare attività aziendale. I risultati si vedono dopo poco tempo, e la cosa ci fa ovviamente molto piacere».

Risultati 2018

Lo scorso anno molti costruttori hanno dovuto fare i conti su vari modelli con ritardi nelle consegne, talvolta anche di diversi mesi, dovuti all’introduzione della nuova serie di test WLTP, decisamente più complessa della precedente. La consegna di molti veicoli è stata posticipata al 2019. Ne sono stati interessati anche i marchi del gruppo Volkswagen.

In totale in Svizzera lo scorso anno sono state immatricolate 299 716 nuove autovetture (- 4,6% rispetto all’anno precedente). Per la seconda volta è stata ŠKODA OCTAVIA a piazzarsi sul gradino più alto del podio dei modelli più venduti, seguita dalla VW Golf e dalla VW Tiguan, il SUV più acquistato in Svizzera.

AMAG First SA chiude l’anno con 1232 nuove immatricolazioni Porsche. Bentley Zugo ha venduto, nel 2018, 21 nuovi veicoli.

Con 54 013 nuovi contratti, AMAG Leasing SA ha fatto segnare lo scorso anno un nuovo incremento (+10,6% rispetto all’anno precedente) e chiude il 2018 in positivo con un totale di 148 223 contratti di leasing all’attivo (+5,0% rispetto all’anno precedente).

Così si è espresso Morten Hannesbo sui risultati conseguiti dal Gruppo nel 2018: «Da metà 2018 abbiamo proseguito cauti «alla guida» per via della nuova serie di test. Per noi come per i nostri partner è stato difficile pianificare con esattezza la produzione. In considerazione dell’attuale situazione degli ordini e della presumibile disponibilità dei modelli da noi offerti sono molto fiducioso che anche nel 2019 riusciremo a conseguire un buon risultato. Sono molto grato ai nostri partner e clienti per la fedeltà e la fiducia riposta nei nostri marchi».

Panoramica sulla performance di mercato

Panoramica sulla perfomance di mercato

Share this: